Home Chi siamo La Fondazione Cav. Guido Gini

storia-fondazione-cav-guido-gini-e-mario-gini

E-mail Stampa PDF

Logo della Fondazione Cav. Guido Gini Onlus

La sensibilità e l'attenzione verso il prossimo hanno radici profonde nella storia della famiglia Gini, così come la propensione ad effettuare lasciti in favore di enti ed istituzioni. I quattro fratelli Guido, Aldo, Corrado ed Elsa furono munifici nei rispettivi settori d’attività ed il raccolto di una vita operosa ed attiva fu da essi devoluto a scopi diversi, verso l’unica finalità del bene comune.

Aldo Gini, ingegnere idraulico e pofessore universitario lasciò il proprio patrimonio all'Università di Padova, che istituì la Fondazione Ing. Aldo Gini, tuttora impegnata nell'erogazione di borse di studio e nell'ospitalità abitativa a favore di studenti meritevoli.

Corrado Gini, statistico, economista e sociologo di fama internazionale. Nell'ambito dell'economia ha studiato la diseguaglianza dei redditi, mettendo a punto diversi metodi il più noto dei quali è "l'indice di Gini" che con i suoi lavori ha contribuito alla teoria degli indici dei prezzi, a temi della demografia (fertilità differenziale, migrazioni, studi di popolazioni) e sociologia (salute pubblica). È stato definito "La figura più eminente della Statistica italiana di ogni tempo" (Bernardo Colombo). Il ruolo di Corrado nello sviluppo della statistica Italiana è di assoluta rilevanza sia scientifica che politica. Nel 1920 fonda la rivista Metron, ancora oggi rivista di ampio respiro internazionale, mentre nel 1926 fonda l'Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).

Elsa Gini, attiva nella vita della comunità di Corbolone, suo comune di residenza, donò la sua casa e tutti i grandi annessi agricoli alla Parriocchia per la realizzazione di un nuovo grande centro parrocchiale a beneficio dei suoi concittadini.

Il cav. Guido Gini, nato e vissuto a Motta di Livenza (TV) dal 1886 al 1976, affettuoso marito e buon padre per i sette figli, fu industriale nel campo della lavorazione della seta e imprenditore agricolo nel trevigiano. Corretto e onesto nei rapporti di lavoro, era generoso con i suoi dipendenti e mezzadri e particolarmente comprensivo in caso di loro difficoltà.

Uno dei figli del Cav. Guido Gini, l’Ing. Mario Gini, toccò con mano la fragilità delle persone meno fortunate: la sorella era disabile dalla nascita, un fratello era rimasto indelebilmente segnato dalla durezza e dalla crudeltà della Seconda Guerra Mondiale.
Mario Gini, con uno stile che si mantenne sempre sobrio, dedicò la propria vita al lavoro, specializzandosi nel settore dell’energia e ponendo molta attenzione al risparmio energetico.

Le difficoltà che nella gioventù aveva dovuto affrontare, spinsero Mario Gini ad interrogarsi su quale fosse il modello sociale che meglio poteva rispondere ai bisogni delle persone svantaggiate. La realtà dell'antica corte rurale, luogo nel quale egli stesso era vissuto, era presente nella mente di Mario Gini come modello per i momenti di incontro, le relazioni genuine, la solidarietà e l’accoglienza. Da questo nucleo ideale ha preso spunto, in seguito, l’idea del Villaggio Solidale.

Quando Mario pensò ad una fondazione che grazie al suo patrimonio potesse dare sollievo alle persone svantaggiate, ne tracciò precisamente i contorni con disposizione testamentaria:

“La Fondazione dovrà perseguire lo scopo di assistere e sostenere con ogni mezzo idoneo le persone bisognose, in particolare i minori senza famiglia o con famiglia in stato di difficoltà, gli anziani indigenti, le persone con disabilità fisiche o psichiche e altre persone in stato di povertà.”

Mario volle che la fondazione portasse il nome di suo padre, il cav. Guido Gini, per onorarne la menoria. Volle altresì che la sua idea fosse portata avanti da una persona che ne rispettasse l'originalità e ne preservasse le intenzioni, ponendo l'etica a guida della sua realizzazione.

L'incarico di proseguire questo percorso fu proposto dal fondatore al dott. Guido Gini, suo nipote, che accettò ed é oggi legale rappresentante della Fondazione Cav. Guido Gini Onlus.

--

Sito della Fondazione cav. Guido Gini Onlus | www.fondazioneguidogini.it

--