Notizie

Corsi per il tempo libero a Mirano nel Villaggio Solidale

E-mail Stampa PDF

I corsi per il tempo libero nel Villaggio Solidale di Mirano

In alto per ogni area gli aggiornamenti più recenti.

Clicca su ogni corso per dettagli e informazioni.


AREA ESPRESSIONE E RELAZIONE

Gruppo di lettura eQuiLibri

Gruppo di Auto Mutuo Aiuto

Gruppo di Parola

Merenda in Villaggio - ogni martedì alle ore 16.30


AREA CREATIVITA'

Scuola di Piccolo CircoTeatro

 

 

Per informazioni:

Associazione "La Rete del Villaggio"

Cell: 3929974145 - Mail: larete@villaggiosolidale.it

 

Un grande benvenuto ai nuovi abitanti!

E-mail Stampa PDF
Newsletter | Marzo 2012

Un grande benvenuto ai nuovi abitanti!

VAI ALLA NOTIZIA



LAVORARE QUI E' COME...

Questo mese una testimonianza di Riccardo, da due anni operatore della Fondazione. Scopriamo: com'è lavorare al Villaggio Solidale?

Hai mai pensato come a volte siano le occasioni a cercare te e non il contrario? Io credo che tutti gli incontri avvengano per un motivo. Certo in ognuno c’è un po’ di caso, ma d'altra parte c'è sempre una dose di ricerca e di intenzione: può anche essere che l'occasione si presenti inaspettatamente, poi sta a te prenderla o lasciarla.

Quasi due anni fa mi si è presentata un'occasione e una sensazione, chiamiamola "intuito", mi ha spinto a coglierla. Quell’occasione è stata il primo colloquio con Guido Gini, la persona che porta avanti con passione e dedizione l'idea di suo zio Mario Gini: realizzare un "villaggio" che accolga persone in difficoltà. Ricordo bene quell'incontro: al primo piano di Villa Boldù-Grimani, in una grande stanza antica e disadorna, con un solo tavolo al centro, i vecchi mobili ricoperti di faldoni e disegni tecnici tutto attorno. Ricordo la prima descrizione del Villaggio Solidale: mi aveva affascinato ma causato anche grandi perplessità. Un progetto così complesso e innovativo mi sembrava quasi un’utopia.

Al centro del Villaggio c'è il tema della “comunità”, che mi ha sempre coinvolto: tanto interesse deriva dai racconti dei nonni e dei miei genitori sulla vecchia corte rurale in cui famiglie, vicini di casa e stranieri vivevano assieme, con semplicità e sobrietà, condividendo valori e iniziative, aiutandosi a vicenda perché darsi una mano è giusto e si può fare!

Ho avuto la fortuna di seguire o almeno di assistere alla crescita di tante parti di questo progetto. Oggi mi sembra che il tempo sia trascorso veloce, ma nei mesi ho dovuto imparare ad avere fiducia e questo non sempre è stato facile o scontato. È stata la prova quotidiana dell’impegno e della dedizione prima di Guido, Celine, Giancarlo e Bernardino, poi di tutte le famiglie del Grappolo e delle persone accolte ancora, a costruire in me la certezza che il Villaggio è destinato a diventare la bella realtà che due anni fa si poteva veramente solo immaginare.

Per quanto a volte sia complicato dare unitarietà al tutto con la vita che qui fiorisce sempre più, per me lavorare al Villaggio Solidale è armoniosoÈ come guardare una tela mentre viene dipinta: all’inizio c’è solo il bianco. Man mano che si aggiungono segni e pennellate puoi intuire come sarà il quadro finito e, ogni volta che i tuoi occhi ci cadono sopra, ti accorgi di come sia addirittura più bello di quanto lo avessi immaginato. Tutto è al suo posto, c’è l’insieme che prima facevi fatica a cogliere.

Oggi sento di condividere con chi abita e opera qui l’impegno a rendere il Villaggio un luogo sempre più accogliente, aperto, pronto a ricevere e a dare. Un luogo in cui coltivare con pazienza, attenzione e costanza una “cultura della solidarietà” che sia opportunità di cambiamento, educazione e impegno sociale per la comunità locale, per chi vive il Villaggio e per me.

Riccardo Friede


NUOVI ABITANTI AL VILLAGGIO SOLIDALE: BENVENUTI!

A metà febbraio c'è stato un avvenimento tanto lieto quanto atteso: sono arrivati i nuovi abitanti! La comunità del Villaggio si fa numerosa: già 30 persone ogni giorno si relazionano, pensano le une alle altre, contribuiscono secondo le proprie possibilità e attitudini a far crescere il gruppo. L'obiettivo come vuole l'idea alla base del Villaggio resta sempre quello di trovare il giusto equilibrio tra i ritmi e le abitudini di persone conviventi per costruire una quotidianità condivisa e di qualità, con la presenza attenta e benevola delle famiglie solidali. Quindi un grande benvenuto a tutti i nuovi arrivati, con l'invito ad aiutarci a far crescere forte e serena questa comunità solidale!


MUSICA O TERAPIA? MUSICOTERAPIA AL VILLAGGIO SOLIDALE!

La musica e il suono hanno grandi virtù benefiche. Per questo siamo entusiasti di ospitare qui al Villaggio l'intero Corso di Musicoterapia rivolto ad anziani con patologie senili organizzato dalla docente Marta Marotta.

Se sei curioso o interessato per te stesso o per un tuo caro, contatta Marta al 338-682.39.80 o via mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

depliant corso di musicoterapia


CONTINUA LA COLLABORAZIONE CON I GRUPPI SCOUT

Già da un po' raccontiamo delle collaborazioni con realtà scout locali. Il 2012 si arricchisce di nuovi incontri con i gruppi Agesci del miranese: questa primavera ci faranno visita il clan di Robegano, il noviziato di Mirano, il clan di Mestre per passare un po' di tempo assieme, fare conoscenza e scambiare le proprie esperienze e testimonianze sul tema della "comunità".

Ma non solo... A inizio maggio avremo infatti il piacere di ospitare l'esperienza di servizio legata al "San Paolo", appuntamento scout annuale che raduna diversi clan della zona del miranese e del trevigiano. Insomma, la collaborazione con gli scout continua e siamo sicuri che ne vedremo tutti delle belle!



COOP ADRIATICA E VILLAGGIO: SE SON ROSE, FIORIRANNO!

Abbiamo dedicato la fine di febbraio a rispondere al Bando "C'entro Anch'io" di Coop Adriatica, il concorso annuale che seleziona un progetto di utilità sociale per ogni regione. Il tema di quest'anno è "spazi comuni e reti di solidarietà tra cittadini": come potevamo restare fermi?!

Se Coop Adriatica approverà il progetto "Reti di solidarietà", il Villaggio per due anni si animerà di molte iniziative in collaborazione con realtà storiche della solidarietà di questo territorio: Associazione "Il Portico" di Dolo, Associazione "AVID - I Fiorellini" di Mirano, Associazione "Cesvitem" di Mirano, Associazione "Marco Polo" di Mirano, Associazione "Catarsi" di Dolo, il Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Venezia e, ovviamente, la comunità di famiglie solidali "Il Grappolo" e altri ancora.

Tutto è finalizzato a riempire di vita e di iniziative gli spazi comuni del Villaggio Solidale e de "Il Portico" di Dolo, spazi giuridicamente privati ma nati per essere vissuti dalla collettività. Siamo convinti della bontà del progetto, che nasce dal confronto e dalla collaborazione con tante realtà del sociale che puntano assieme a rendere la comunità locale protagonista dell'animazione del territorio, con un'attenzione particolare a chi si trova in difficoltà. Le premesse ci sono e... se son rose, fioriranno!


GRAZIE PER I MOBILI!

Tante persone hanno risposto al nostro appello di ricerca mobili, un segnale di attenzione e vicinanza che ci ha colpito e ci ha dato molto da fare tra sopralluoghi, smontaggi, recuperi e montaggi! Per mancanza di spazio in cui mettere al riparo altri mobili, siamo ora costretti a sospendere temporaneamente il recupero in attesa che, con l'avanzamento dei lavori, si liberino nuovi spazi di deposito.

Grazie mille a tutti per averci aiutato fino ad oggi!

Se hai notizia di mobilio in buone condizioni (in particolare cucine, camere da letto singole e matrimoniali, tavoli e sedie, mobili da soggiorno) che è possibile recuperare senza troppa urgenza, contattaci al 392-9974145 o via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


5X1000: QUEST'ANNO COSA SCEGLI?

Con l'arrivo a casa dei CUD è tempo di cominicare a ragionare sulla destinazione del 5x1000. Quest'anno fra le tante scelte possibili ti invitiamo a indicare la Fondazione cav. Guido Gini come beneficiaria di questa piccola ma importante parte delle tue tasse. Una scelta che non ti costa nulla ma che vale tantissimo! Ricorda il codice fiscale 93189110237. Con il 5x1000 della tua Irpef ci aiuterai a continuare la costruzione del Villaggio Solidale, una casa per chi è in difficoltà e una piazza per la cittadinanza!



SEMPRE PIÙCOME A CASA

L'avanzamento dei lavori in Villa Boldù-Grimani e in Casa "Nuova Aurora" rende sempre più evidente l'aspetto di quella che sarà la casa di tante persone con esigenze diverse.

Il giardino di fronte alla Barchessa è ormai verdeggiante e rigoglioso, mentre sul retro è stato posato il pavimento antiurto sul quale saranno posizionate alcune giostrine per i bambini.

Casa "Nuova Aurora" continua a crescere e la forma dei suoi piani è sempre più definita: la consegna della struttura è prevista per giugno 2013.

giardino della barchessa del villaggio solidale retro della barchessa con pavimento antitraumalavori su casa nuova aurora lavori su casa nuova aurora



CORSO DI FORMAZIONE AL VOLONTARIATO

lunedì 19 marzo - martedì 30 aprile | ore 21:00 | c/o "Il Portico" Onlus | via Brentabassa 49, 30031 Dolo (VE)

programma corso di formazione al volontariato

È partito il corso di formazione al Volontariato a cui partecipiamo in collaborazione con altre realtà della solidarietà della Provincia di Venezia e di Padova. Un percorso che mira a creare consapevolezza sul ruolo del volontariato nella società, presentando la storia di importanti progetti cresciuti grazie alla partecipazione e all'impegno di volontari e portando esempi concreti di cosa si può fare per attivarsi a beneficio della società. Lunedì 16 aprile il Villaggio Solidale presenterà le sue attività e le sue proposte.


ISCRIZIONI AL CORSO DI MUSICOTERAPIA DI MARTA MAROTTA

I sabato mattina | aperte le iscrizioni | c/o "Sale Milleusi" del Villaggio Solidale

Sono aperte le iscrizioni al corso di musicoterapia, particolarmente indicato per anziani con patologie neurologiche.

Per informazioni contattare Marta Marotta al 338-68.23.980 o via mail su  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


aiutaci

 

Inizio 2012: nonostante il freddo, tutto cresce!

E-mail Stampa PDF
Newsletter | Gennaio-Febbraio 2012
 
Via al 2012... nonostante il freddo, tutto cresce!
giardino di fronte alla barchessa del villaggio solidale
Il giardino di fronte alla Barchessa del Villaggio

La vita nel Villaggio

Notizie dall'ufficio

Situazione dei lavori

Segna in agenda



La testimonianza di Mariella, la testimonianza di Luisa

Tra le "voci del Villaggio" di questo mese, per prima diamo spazio a quella di Luisa, già parte della comunità solidale "Il Grappolo", che tra poco sarà una nuova abitante del Villaggio Solidale. Una bellissima riflessione sul ruolo di ciascuno nell'essere parte di una comunità!

--

Tornando a Mirano a metà gennaio, dopo una lunga assenza, ho capito come i problemi che nascono dal vivere in Comunità con accoglienze esterne siano in realtà una splendida opportunità!

Ho colto un gran fermento, un clima frizzante, effervescente, ricco di scambi: di idee, di solidarietà, di intrecci e di raccordi nei rapporti, di confronti sui propri comportamenti nelle diverse contingenze. Emergevano la possibilità di sentirsi utili e la soddisfazione per i risultati e per i nuovi ruoli che, spontaneamente, ci si trovava a svolgere riguardo ai bisogni che, via via, nascevano tra le persone.

Ma soprattutto, in questo “rebelotto”, spiccava – ed era la prima volta, per me! – il fatto che fossero coinvolti tutti gli abitanti della Barchessa, direttamente o indirettamente, accolti e accoglienti, nessuno escluso, un bell’amalgama! Un compiacimento che rimanda una bella immagine di sé, rinforzando l’autostima nel sentirsi utili e creativamente risolutivi in queste nuove "tenzoni".

Sono ritornata con la mente alla bellissima "testimonianza di Mariella" che avevo letto a casa, pochi giorni prima di partire, e che mi piace qui riportare. Mariella insegna da 27 anni, prima nei Licei e ora in un Istituto Tecnico di Prato, dove le è stata assegnata una classe che non voleva nessuno: .per quegli allievi, lei sarà l’ultima spiaggia.

«Quel pomeriggio, mentre preparavo la lezione che dovevo tenere l’indomani in questa classe che mi faceva molto pensiero perché, tra l’altro, dei sedici extracomunitari otto erano pachistani (un conto è avere dei rumeni o latino-americani, un conto pachistani o cinesi: è tutto un altro mondo!), io mi ricordo come se fosse ora che, d’improvviso, mentre annaspavo pensando a che cosa potevo fare per cominciare l’avventura con questa classe, a un certo punto ho avuto chiarissima questa domanda, come una grazia. Mi sono chiesta: "E se fossi Tu, o Dio, a darmi questa situazione per il mio cambiamento? E se questa circostanza che io sento così contro di me fosse il modo in cui Tu hai deciso di cambiarmi?". Ecco, io penso che c’è educazione se in un adulto c’è questa domanda. Senza questa domanda uno istruisce, predica, spiega... ma non educa. Perché l’educazione è sentire che nel rapporto con l’altro c’è la possibilità del cambiamento di sé, c’è la possibilità del proprio compimento; che la realtà che hai di fronte non è il terreno applicativo di quello che sai, ma la realtà che hai di fronte, lo studente che hai di fronte, il figlio che hai di fronte è la risorsa della tua speranza. Se uno non crede che il figlio che ha è il figlio ideale, ne fa un handicappato; e se uno non crede che lo studente che ha di fronte è lo studente ideale... Ideale non significa "secondo la tua immaginazione": ma significa "quello che ti è dato in quel momento come dono supremo per te". Se uno non sente questo nel rapporto con l’altro, non c’è possibilità di educazione. Uno pensa che educa perché gli spiega le cose, o perché gli fa dei bei discorsi. Invece, uno educa soltanto se ha aperta questa ferita su di sé, se sente che la realtà dei figli che gli sono dati, degli studenti che gli sono dati, delle persone più giovani che gli sono date è una risorsa per sé. Perché per me la grande alternativa è questa: se io entro in classe avendo come preoccupazione quella di cambiare loro o se, piuttosto, entro in classe avendo come preoccupazione quella di cambiare me. Io cambio loro se entro in classe avendo come preoccupazione quella del mio cambiamento, perché l’educazione è un dialogo tra due libertà e avviene solo per testimonianza».

Si dice che è nel “ruvido”, cioè nelle difficoltà e nel disagio, che emergono la creatività e l’immaginazione e che ci si spende per il proprio cambiamento, mentre è nel “liscio” che ci si adagia: se va tutto bene, perché cambiare?

Entrerò a vivere in Comunità in anticipo rispetto al previsto, so però di avere iniziato a luglio questo “ruvido” cammino, donandomi quella gradualità che, se per alcuni è importante, per altri me compresa è indispensabile per tranquillizzare, confortare, rasserenare la bambina che c’è in me: ho incominciato ad amarla e quindi a rispettarla.

"Andiamo verso il futuro amando ciò che facciamo, credendo in ciò che facciamo" - San Bartolomeo

--

Luisa Sperandio


Festa alla Vita: ripartiamo dalle cose semplici

Ieri domenica 5 febbraio siamo stati ospiti del centro Don Orione di Campocroce di Mirano in occasione della prima "Festa alla Vita" organizzata dall'istituto. Il centro Don Orione offre ospitalità a singole persone e a famiglie con disagio di tipo economico, dando loro un appoggio di tipo abitativo.

Su invito del coordinatore del centro Don Federico Cattarelli e dei volontari orionini, circa 150 persone si sono ritrovate per discutere del primo contributo che tutti possiamo portare alle noste comunità, cioè quella semplice attenzione per il prossimo che si traduce in semplici gesti di vicinanza e di solidarietà tra concittadini.

In compagnia della abilissima volontaria Maria Rosa, Riccardo ha presentato il Villaggio Solidale e la "formula" del vicinato solidale. Altrettando tempo c'è stato per la testimonianza di altre realtà locali: l'impegno delle volontarie di Casa Nazareth (animazione e accoglienza per bambini in difficoltà), la testimonianza di Alberto e Nicoletta della Casa Famiglia Sicar di Oriago di Mira (affido di minorenni), il percorso annuale di volontariato del Gruppo di Volontariato orionino.

Tante le persone conosciute e i contatti presi. La cosa più bella è stata la testimonianza di quante persone condividano l'impegno a migliorare il proprio contesto, "Ripartendo" - come ha detto Don Federico - "dalle cose semplici fatte da persone normali".


Natale in corte: il battesimo della musica

Giovedì 22 dicembre abbiamo celebrato la "Festa di Natale in corte"una serata all'insegna della condivisione per festeggiare il Natale alle porte. Il coro "Cantami il mondo" di Padova e Vicenza, in cui canta anche Laura - la presidente della comunità di famiglie solidali "Il Grappolo" - ha regalato al Villaggio il primo concerto dentro alla Barchessa. Un bellissimo repertorio di canti tradizionali in italiano, dialetto e lingue dal mondo che ha riempito di racconti, suoni e tradizioni la grande corte centrale della Barchessa... Che dire, un battesimo musicale di prim'ordine!

È seguito l'atteso scambio dei doni riciclati. Ognuno ha portato dei regali già impacchettati, recuperati tra quegli oggetti di casa che da tanto non si guardano o che non si apprezzano più. La sorte ha deciso il destinatario di ogni dono e, nonostante un po' di confusione organizzativa, alla fine tutti hanno ricevuto qualcosa di bello o inusuale, di più o meno gradito, in ogni caso qualcosa di sorprendente e inatteso. Un modo per restituire valore alle cose che non utilizziamo più, stando attenti agli sprechi e divertendosi!

Grazie a tutti gli amici vecchi e nuovi, alle persone curiose e al coro "Cantami il mondo" per averci regalato questa bella serata di festa!

coro di natale nella barchessala direttrice del coro catherine robinil coro "cantami il mondo" nella barchessa del Villaggio Solidale


Scout di Mirano: tra presepe e cataste di legna, sempre pronti!

Sabato 17 dicembre 2011 gli esploratori del gruppo scout Agesci di Mirano sono venuti a farci visita con due graditissime sorprese: un bellissimo presepe completamente fatto a mano (e sul posto!) e ci hanno dato un enorme aiuto accatastando una vera montagna di legna! È stato davvero divertente, bello e incoraggiante vedere tanti giovani all'opera in pieno spirito di servizio. Il vostro presepe ci ha fatto compagnia ed è stato ammirato da tutti gli amici e i visitatori di passaggio: sarà un grande piacere poterlo ospitare anche il prossimo Natale! Grazie a tutti voi, amici scout!

esploratori scout agesci di Miranoesploratori scout agesci di Miranoesploratori scout agesci di Miranopresepe esploratori scout agesci di Miranoesploratori scout agesci di Mirano


La Veglia a San Michele

Grazie ad Anna per il report della Veglia di Natale che ha visto, tra i suoi protagonisti, anche il Villaggio Solidale! E chi c'entra ancora una volta? Gli scout di Mirano!

--

La sera del 24 dicembre la Comunità Capi di Mirano ha organizzato la veglia di preghiera che precede la messa di Natale di mezzanotte nel duomo di San Michele Arcangelo.

La veglia aveva l'intento di stimolare la riflessione delle persone presenti circa le diverse realtà che ci circondano. Realtà particolari capaci di avvicinarsi ai più deboli, ciascuna con le proprie caratteristiche e potenzialità. Hanno fatto da filo conduttore gli "Auguri scomodi" di don Tonino Bello, un testo molto provocatorio che voleva essere uno sprone per i presenti a tirarsi su le maniche e magari ad agire in una delle diverse realtà presentate. Tra queste abbiamo scelto di mostrare anche il Villaggio Solidale, con le foto inviate da Riccardo.

--

Grazie Anna!



Le Sale Milleusi ora hanno un tocco in più!

Cambio di look per le Sale Milleusi del Villaggio Solidale. Grazie al lavoro di falegnameria di Fabio de "Il Grappolo", ora le 3 sale sono divise da belle porte a vetri, per garantire a chi vuole usarle il massimo della flessibilità, della libertà e del divertimento!

sale milleusi rimodernatesale milleusi rimodernatesale milleusi rimodernate

[Nota: i lunotti superiori delle porte ora sono finestrati - le foto risalgono a gennaio 2012]

Stai cercando un luogo per una riunione, un laboratorio, una festa? Le Sale Milleusi adesso fanno ancora di più al caso tuo!

Per sapere quali attrezzature trovi già sul posto, visita questa pagina.

Per ogni curiosità o richiesta, contattaci: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | 3929974145 | 0415728372


AAA cercansi mobili a arredo

Ci dai una mano ad arredare le case dei nuovi abitanti del Villaggio Solidale? Stiamo cercando... qui trovi l'annuncio ufficiale e la lista!



Nonostante il freddo, tutto cresce!

[Nota: le foto risalgono a gennaio 2012]

Questo mese abbiamo un bel po' da mostrarti!

Sta crescendo il giardino frontale della barchessa: guardarlo inverdire e farsi bello è un vero piacere… e a primavera ci sarà modo di goderselo appieno!

giardino della barchessa giardino della barchessa giardino della barchessa

Casa Nuova Aurora si fa più grande e definita. Chiuso il piano seminterrato, gli operai stanno procedendo con l'edificazione del primo piano, in cui avrà sede la comunità alloggio per persone con disabilità medio-grave.

casa nuova aurora in costruzionecasa nuova aurora in costruzionecasa nuova aurora in costruzione

Tutto procede secondo i tempi… continua a seguire la costruzione!



I FONDATORI DI MONDO DI COMUNITÀ E FAMIGLIA IN "ROMANZO FAMILIARE" SU TV 2000

Dal 31 gennaio 2012 | ogni martedì alle 18:30 | Canale 28 del digitale terreste | Canale 801 di Sky

Enrica e Bruno Volpi, fondatori di Mondo di Comunità e Famiglia, sono tra i nuovi protagonisti di "Romanzo Familiare", il reality dedicato alla famiglia trasmesso su Tv2000 (dal lunedì al venerdì alle 18:30 sul Canale 28 del digitale terrestre o sul 801 di Sky).

Collegàti con lo studio dal loro Condominio solidale ACF di Berzano di Tortona, ogni martedì Bruno e Enrica Volpi racconteranno una settimana della propria quotidianità, commentando con il pubblico situazioni ed eventi. I Volpi vivono infatti in un casale insieme ad altre famiglie, minori in affido e adulti che hanno scelto di far parte di una comunità, basata sul sostegno e la fiducia reciproche, dove si condividono spazi e risorse, affetti e lavoro.

“Romanzo familiare” vuole creare identificazione e simpatia attorno a quella realtà umana fondamentale che è la famiglia. Lo studio è concepito come una finestra aperta sulla vita reale, un luogo di confronto con ospiti e altre famiglie nella chiave dello scambio di esperienze e della testimonianza reciproca.

---

Enrica e Bruno Volpi stanno insieme da più di cinquant’anni. Si conoscono all’oratorio e dopo il matrimonio partono insieme per il Ruanda a costruire una scuola. Qui nascono i loro quattro figli: Paola, Enzo, Franco e Nicola. Diventano genitori anche di Piera, una ragazza del posto che decidono di adottare. Tornano in Italia e a Milano fondano la comunità di famiglie di Villapizzone in cui trovano accoglienza e rifugio anche minori in affido, stranieri, adulti in difficoltà. Dall’esperienza di Villapizzone, nasce l’associazione “Comunità e Famiglia” che sostiene, ormai in tutta Italia, esperienze di vita comune, in fattorie, ville o condomini, in cui trovano spazio soprattutto bambini senza genitori e adulti senza amici.


FESTA DI CARNEVALE "SORRIDI ASSIEME A NOI"

Giovedì 16 febbraio 2012 | Dalle 16:30 | Sala da ballo "Hollywood" | Salzano (Ve)

Gli amici dell'Associazione ANFFAS Onlus Riviera del Brenta e l'Associazione AVID-I Fiorellini Onlus di Mirano organizzano l'esplosiva festa di Carnevale "Sorridi assieme a noi" per festeggiare tutti assieme con frittelle, galani, canti e balli gruppo. L'ingresso è gratuito e il divertimento è garantito! 


 

Pastori, capanne, feste e doni ...indovina: presepe o Villaggio?!

E-mail Stampa PDF

donazioni di natale

Newsletter | Dicembre 2011
 
Pastori, capanne, feste e doni. Indovina: presepe o villaggio?
 
auguri di natale villaggio solidale sotto la neve
Il Villaggio Solidale sotto la neve. Auguri a tutti quanti! | Dal pennello di Elena de "Il Grappolo"

La vita nel Villaggio

Notizie dall'ufficio

Situazione dei lavori

Segna in agenda



Imparo dalla loro generosità. Mi lascio andare alla loro disponibilità.

Mondo di Comunità e Famiglia Veneto si è riunita al Villaggio per il ritrovo annuale. Ines delle famiglie solidali de "Il Grappolo" ci racconta com'é andata e riflette su quanto si può scoprire e imparare ogni giorno, partendo dalle cose semplici e quotidiane.

<< Sabato 13 novembre qui al Villaggio c'è stata l'Agorà, cioè l'incontro di tutti i soci del Veneto di “Mondo di Comunità e Famiglia”, l'associazione di cui facciamo parte anche noi famiglie della comunità solidale "Il Grappolo". E' stata proprio bello! Sarà perché quest'anno l'abbiamo organizzata proprio qui dove abitiamo e il sapore era tutto diverso! Più caldo e puntuale. 

La mattina di sabato, sole freddo, ecco spuntare i primi partecipanti subito attratti dai thermos di caffè, i bimbi invece dai dolcetti preparati con i bambini del condominio in occasione di San Martino. Abbiamo formato un grande cerchio nel salone dove affacciano gli appartamenti del condominio e lì ne è nato uno scambio sul tema "Cosa ti attrae di Mondo di Comunità e Famiglia”.

Due interventi mi hanno raggiunto il cuore. Uno diceva che immaginava un futuro in cui una coppia che si forma possa scegliere se andare a vivere per proprio conto oppure in un condominio solidale. L'altro era un'esortazione a non smettere mai di fare cultura. Entrambi mi hanno dato speranza in ciò che sto facendo, con impegno e spesso smarrendone il senso. Questi due interventi mi aiutano a vedere il mio lavoro come un mattone che io metto nella costruzione del futuro. L'impegno acquista un sapore diverso, anzi, inizia ad avere un sapore!

Il momento più bello per me è stato verso sera: la passeggiata a lume delle lanterne costruite e decorate dai bambini. Ogni bambino parte verso le tenebre con la sua lanternina accesa certo, come dice la canzone che lo accompagna, che se si dovesse spegnere il vicino lo aiuterà. Questo serpentone di grandi e piccoli ha attraversato il bosco dietro al Villaggio per terminare al fuoco sul quale Alessandro stava arrostendo castagne per tutti! E così, a vino rosso e castagne, nel buio precoce di questi giorni di fine autunno, ci siamo salutati e dati appuntamento al più presto.

Che bella giornata! Quante vite, quante storie.

Nel condominio solidale dove viviamo 4 degli appartamenti sono occupati da persone con disagio abitativo e con le quali abbiamo un ottimo rapporto. Il giorno dell'Agorà ognuno di loro ha partecipato attivamente; ho visto L. sedersi nel cerchio delle testimonianze e seguire con interesse, ma l'ho visto anche lavare i pentoloni in cucina; M. e J. hanno custodito i nostri piccoli, E. e F. hanno giocato a più non posso con tutti gli altri ragazzini come loro.     Imparo dalla loro generosità. Mi lascio andare alla loro disponibilità. >>

Ines Anselmi


Pastori, capanne, cammelli, pecore e ...gli scout!

Gli scout di Mirano stanno arrivando con un regalo davvero speciale! Tutto é nato dalla proposta degli esploratori e dall'impegno di due donne, anzi di una signora e una ragazza: Cristina e Giulia. Ogni anno gli scout di Mirano regalano un presepe a una struttura di utilità sociale del comune e quest'anno fra le proposte é saltato fuori il Villaggio Solidale, che gli esploratori hanno indicato come il posto giusto! Sabato 17 dicembre gli esploratori arriveranno e sotto il portico di Villa Boldù allestiranno il presepe che rallegrerà e scalderà le giornate invernali degli abitanti del Villaggio. Potrai ammiraralo passando di qui quando vuoi o giovedì 22 dicembre durante la Festa di Natale in Barchessa


Biglietti del Villaggio: per un Natale vicini ai propri cari e a chi é in difficoltà

Dagli acquarelli di Elena de "Il Grappolo", ecco i biglietti di Natale del Villaggio Solidale! Fare gli auguri con i biglietti del Villaggio Solidale é un modo per essere vicino a chi ti é caro e di aiutare chi é in difficoltà.  

Le offerte per i biglietti del Villaggio aiutano a costruire le strutture che sono e saranno una casa accogliente per persone che vivono e affrontano il disagio abitativo. I biglietti di Natale del Villaggio possono essere tuoi con una donazione di Natale o con un regalo solidale ai tuoi cari.



Ufficializzato il contributo di EnelCuore

Qualche tempo fa la notizia di un importante contributo di EnelCuore Onlus per realizzare degli alloggi per persone disabili. Ora in ufficio c'é archiviato il documento che rende ufficiale quella notizia!

*Guarda la delibera di concessione del contributo*

Giovedì 22 dicembre durante la Festa di Natale in Barchessa faremo un brindisi anche per questo risultato che é una luce di speranza per le famiglie di tante persone disabili del territorio! 


Sale Milleusi: un nome, un programma!

I nomi contano: per questo abbiamo deciso di cambiare quello dell' "Agorà del Tempo Libero". "Sale milleusi" é il nuovo nome delle sale che hanno già ospitato diversi gruppi, associazioni e famiglie, offrendo loro lo spazio che cercavano per le proprie feste, ritrovi, riunioni, momenti conviviali. Le abbiamo chiamate "milleusi" perché l'unico limite é la fantasia: dentro puoi realizzarci ogni tipo di attività! Se stai cercando delle sale spaziose a Mirano in cui esprimerti in libertà, le trovi qui al Villaggio Solidale. Visita la pagina dedicata alle "Sale Milleusi" e potrai realizzare quello che hai in mente! 


Su Facebook e YouTube, mentre aspettiamo Twitter

Tante persone ci dicono di voler restare in contatto in modo semplice e veloce. Siamo già su Facebook e su YouTube e ci prepariamo a sbarcare su Twitter. Forse non sai ancora dove trovarci però! La pagina ufficiale Facebook del Villaggio Solidale é già visitata da più di 300 amici e ogni settimana propone aggiornamenti freschi di giornata e altro (come l'elezione del "fan della settimana") e il canale YouTube della Fondazione Guido Gini ospita diverse interviste attraverso le quali puoi scoprire e conoscere meglio il Villaggio, direttamente dalla voce di chi lo abita e lo cura. A inizio 2012 sbarcheremo su Twitter, per essere ancora più connessi a te e alla comunità!



Di tutto un po': Aurora, Villa Boldù e dintorni

I lavori continuano a gran ritmo, tra la ristrutturazione i lavori attorno alla Barchessa e la costruzione di Casa Nuova Aurora. Casa Nuova Aurora già ben oltre le fondamenta, ma i lavori prenderanno ancora molti mesi. Intanto, dietro alla barchessa sta crescendo una casetta che già da inizio dell'anno prossimo sarà disponibile per ospitare le attività della cittadinanza.
 
 
 
 
 
spazio


MERCATINI NATALIZI DI SOLIDARIETA'evento su Facebook

Domenica 18 dicembre | Dalle 9:00 | Piazzetta di Via Barche, Mirano [guarda la mappa]
Prenditi il tempo di una passeggiata per il centro di Mirano e vieni a trovarci ai mercatini natalizi di solidarietà, assieme a tante altre realtà del sociale del territorio. Ti aspettiamo per un saluto prima di Natale e per un'occhiata ai prodotti de "Il Grappolo" e conoscere le novità del Villaggio Solidale!


FESTA DI NATALE IN CORTE | evento su Facebook

Giovedì 22 dicembre | Dalle 20:30 | Barchessa del Villaggio Solidale, via Miranese 13, Mirano [guarda la mappa]
Una serata (al coperto!) per ascoltare in compagnia i brani della tradizione nazionale ed internazionale del coro "Cantami il mondo", fare lo scambio dei doni riciclati e brindare alle feste! Per saperne di più, visita l'articolo dedicato a questo evento!


donazioni di natale
 

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 127

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 133

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 127

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 133

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 127

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 133

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 127

Warning: Illegal string offset 'active' in /home/mhd-01/www.villaggiosolidale.it/htdocs/templates/ja_rutile/html/pagination.php on line 133
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 4