Chi dorme non piglia pesci. Ma piglia un messaggio...

Stampa

Mio figlio ha avuto la febbre per un paio di giorni. Ora, il problema non è tanto quando ha la febbre alta, perché in quel caso giace in stato semi-comatoso e dorme un sacco. I problemi veri sorgono nella convalescenza, periodo in cui ha recuperato sufficienti energie per infastidire a morte sua madre (cioè me).

“Posso guardare la televisione?”

“No”

“Daiii, posso un po', mi annoio...”

“No”

Questo dialogo, ripetuto per un'ora ogni 5 minuti circa, mi fa pensare che avrebbe un futuro come torturatore. Per distrarmi dalla mia pessimistica visione del futuro, cerco di trovare un'attività che lo tenga impegnato ma soprattutto silenzioso. In questi casi mi aiuta molto pensare a che giochi mi piaceva fare da piccola. Di solito, si trattava di cose da costruire o da fare, perché ancora non c'era il tripudio di giocattolini di plastica usa e getta che affligge le ultime generazioni.

Alla fine mi viene in mente qualcosa:

“Che ne dici di fare l'inchiostro simpatico?”

“Cioè?”

“Invisibile, si vede solo se si passa sotto a una candela”

“Figo! ma cosa ci vuole? Dobbiamo uscire a comprare qualcosa?”

“No, basta un limone”

“Un limoneee??!!”

guida e racconto su come scrivere con inchiostro invisibileDetto fatto, il procedimento è molto semplice:

si usa il succo di limone per disegnare e si aspetta che asciughi. Poi per vedere il disegno si passa il retro quasi a filo della fiammella di una candela. Se, come nel nostro caso, sono presenti i rilevatori di fumo, onde evitare allarmi inutili, è meglio farlo all'aperto o sulla finestra. Se poi volete aggiungere una nota di vera classe... invecchiate il foglio dipingendolo con il té!

E qui entra in gioco l'effetto comunità: cosa facciamo della pergamena?

“Mettiamola in una bottiglia e lasciamo che la trovi qualcuno!”

“Bello, qui c'è scritto 'Chi dorme non piglia pesci'.. a chi la mettiamo?”

“Alla I.!”

“No è via”

“La J. settimana scorsa ha dormito fino a mezzogiorno”

“No, alla S. che fa il pisolino”

“Vai, mettiamolo a S.”

“Siii!!!”

E così S., al ritorno da una faticosa giornata di lavoro, si troverà un bel messaggio in bottiglia...

Elena


Scarica la guida-racconto per imparare a scrive con l'inchiostro simpatico!