Un grande benvenuto ai nuovi abitanti!

Stampa
Newsletter | Marzo 2012

Un grande benvenuto ai nuovi abitanti!

VAI ALLA NOTIZIA



LAVORARE QUI E' COME...

Questo mese una testimonianza di Riccardo, da due anni operatore della Fondazione. Scopriamo: com'è lavorare al Villaggio Solidale?

Hai mai pensato come a volte siano le occasioni a cercare te e non il contrario? Io credo che tutti gli incontri avvengano per un motivo. Certo in ognuno c’è un po’ di caso, ma d'altra parte c'è sempre una dose di ricerca e di intenzione: può anche essere che l'occasione si presenti inaspettatamente, poi sta a te prenderla o lasciarla.

Quasi due anni fa mi si è presentata un'occasione e una sensazione, chiamiamola "intuito", mi ha spinto a coglierla. Quell’occasione è stata il primo colloquio con Guido Gini, la persona che porta avanti con passione e dedizione l'idea di suo zio Mario Gini: realizzare un "villaggio" che accolga persone in difficoltà. Ricordo bene quell'incontro: al primo piano di Villa Boldù-Grimani, in una grande stanza antica e disadorna, con un solo tavolo al centro, i vecchi mobili ricoperti di faldoni e disegni tecnici tutto attorno. Ricordo la prima descrizione del Villaggio Solidale: mi aveva affascinato ma causato anche grandi perplessità. Un progetto così complesso e innovativo mi sembrava quasi un’utopia.

Al centro del Villaggio c'è il tema della “comunità”, che mi ha sempre coinvolto: tanto interesse deriva dai racconti dei nonni e dei miei genitori sulla vecchia corte rurale in cui famiglie, vicini di casa e stranieri vivevano assieme, con semplicità e sobrietà, condividendo valori e iniziative, aiutandosi a vicenda perché darsi una mano è giusto e si può fare!

Ho avuto la fortuna di seguire o almeno di assistere alla crescita di tante parti di questo progetto. Oggi mi sembra che il tempo sia trascorso veloce, ma nei mesi ho dovuto imparare ad avere fiducia e questo non sempre è stato facile o scontato. È stata la prova quotidiana dell’impegno e della dedizione prima di Guido, Celine, Giancarlo e Bernardino, poi di tutte le famiglie del Grappolo e delle persone accolte ancora, a costruire in me la certezza che il Villaggio è destinato a diventare la bella realtà che due anni fa si poteva veramente solo immaginare.

Per quanto a volte sia complicato dare unitarietà al tutto con la vita che qui fiorisce sempre più, per me lavorare al Villaggio Solidale è armoniosoÈ come guardare una tela mentre viene dipinta: all’inizio c’è solo il bianco. Man mano che si aggiungono segni e pennellate puoi intuire come sarà il quadro finito e, ogni volta che i tuoi occhi ci cadono sopra, ti accorgi di come sia addirittura più bello di quanto lo avessi immaginato. Tutto è al suo posto, c’è l’insieme che prima facevi fatica a cogliere.

Oggi sento di condividere con chi abita e opera qui l’impegno a rendere il Villaggio un luogo sempre più accogliente, aperto, pronto a ricevere e a dare. Un luogo in cui coltivare con pazienza, attenzione e costanza una “cultura della solidarietà” che sia opportunità di cambiamento, educazione e impegno sociale per la comunità locale, per chi vive il Villaggio e per me.

Riccardo Friede


NUOVI ABITANTI AL VILLAGGIO SOLIDALE: BENVENUTI!

A metà febbraio c'è stato un avvenimento tanto lieto quanto atteso: sono arrivati i nuovi abitanti! La comunità del Villaggio si fa numerosa: già 30 persone ogni giorno si relazionano, pensano le une alle altre, contribuiscono secondo le proprie possibilità e attitudini a far crescere il gruppo. L'obiettivo come vuole l'idea alla base del Villaggio resta sempre quello di trovare il giusto equilibrio tra i ritmi e le abitudini di persone conviventi per costruire una quotidianità condivisa e di qualità, con la presenza attenta e benevola delle famiglie solidali. Quindi un grande benvenuto a tutti i nuovi arrivati, con l'invito ad aiutarci a far crescere forte e serena questa comunità solidale!


MUSICA O TERAPIA? MUSICOTERAPIA AL VILLAGGIO SOLIDALE!

La musica e il suono hanno grandi virtù benefiche. Per questo siamo entusiasti di ospitare qui al Villaggio l'intero Corso di Musicoterapia rivolto ad anziani con patologie senili organizzato dalla docente Marta Marotta.

Se sei curioso o interessato per te stesso o per un tuo caro, contatta Marta al 338-682.39.80 o via mail martamarotta@hotmail.it

depliant corso di musicoterapia


CONTINUA LA COLLABORAZIONE CON I GRUPPI SCOUT

Già da un po' raccontiamo delle collaborazioni con realtà scout locali. Il 2012 si arricchisce di nuovi incontri con i gruppi Agesci del miranese: questa primavera ci faranno visita il clan di Robegano, il noviziato di Mirano, il clan di Mestre per passare un po' di tempo assieme, fare conoscenza e scambiare le proprie esperienze e testimonianze sul tema della "comunità".

Ma non solo... A inizio maggio avremo infatti il piacere di ospitare l'esperienza di servizio legata al "San Paolo", appuntamento scout annuale che raduna diversi clan della zona del miranese e del trevigiano. Insomma, la collaborazione con gli scout continua e siamo sicuri che ne vedremo tutti delle belle!



COOP ADRIATICA E VILLAGGIO: SE SON ROSE, FIORIRANNO!

Abbiamo dedicato la fine di febbraio a rispondere al Bando "C'entro Anch'io" di Coop Adriatica, il concorso annuale che seleziona un progetto di utilità sociale per ogni regione. Il tema di quest'anno è "spazi comuni e reti di solidarietà tra cittadini": come potevamo restare fermi?!

Se Coop Adriatica approverà il progetto "Reti di solidarietà", il Villaggio per due anni si animerà di molte iniziative in collaborazione con realtà storiche della solidarietà di questo territorio: Associazione "Il Portico" di Dolo, Associazione "AVID - I Fiorellini" di Mirano, Associazione "Cesvitem" di Mirano, Associazione "Marco Polo" di Mirano, Associazione "Catarsi" di Dolo, il Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Venezia e, ovviamente, la comunità di famiglie solidali "Il Grappolo" e altri ancora.

Tutto è finalizzato a riempire di vita e di iniziative gli spazi comuni del Villaggio Solidale e de "Il Portico" di Dolo, spazi giuridicamente privati ma nati per essere vissuti dalla collettività. Siamo convinti della bontà del progetto, che nasce dal confronto e dalla collaborazione con tante realtà del sociale che puntano assieme a rendere la comunità locale protagonista dell'animazione del territorio, con un'attenzione particolare a chi si trova in difficoltà. Le premesse ci sono e... se son rose, fioriranno!


GRAZIE PER I MOBILI!

Tante persone hanno risposto al nostro appello di ricerca mobili, un segnale di attenzione e vicinanza che ci ha colpito e ci ha dato molto da fare tra sopralluoghi, smontaggi, recuperi e montaggi! Per mancanza di spazio in cui mettere al riparo altri mobili, siamo ora costretti a sospendere temporaneamente il recupero in attesa che, con l'avanzamento dei lavori, si liberino nuovi spazi di deposito.

Grazie mille a tutti per averci aiutato fino ad oggi!

Se hai notizia di mobilio in buone condizioni (in particolare cucine, camere da letto singole e matrimoniali, tavoli e sedie, mobili da soggiorno) che è possibile recuperare senza troppa urgenza, contattaci al 392-9974145 o via mail a sviluppo@fondazioneguidogini.it


5X1000: QUEST'ANNO COSA SCEGLI?

Con l'arrivo a casa dei CUD è tempo di cominicare a ragionare sulla destinazione del 5x1000. Quest'anno fra le tante scelte possibili ti invitiamo a indicare la Fondazione cav. Guido Gini come beneficiaria di questa piccola ma importante parte delle tue tasse. Una scelta che non ti costa nulla ma che vale tantissimo! Ricorda il codice fiscale 93189110237. Con il 5x1000 della tua Irpef ci aiuterai a continuare la costruzione del Villaggio Solidale, una casa per chi è in difficoltà e una piazza per la cittadinanza!



SEMPRE PIÙCOME A CASA

L'avanzamento dei lavori in Villa Boldù-Grimani e in Casa "Nuova Aurora" rende sempre più evidente l'aspetto di quella che sarà la casa di tante persone con esigenze diverse.

Il giardino di fronte alla Barchessa è ormai verdeggiante e rigoglioso, mentre sul retro è stato posato il pavimento antiurto sul quale saranno posizionate alcune giostrine per i bambini.

Casa "Nuova Aurora" continua a crescere e la forma dei suoi piani è sempre più definita: la consegna della struttura è prevista per giugno 2013.

giardino della barchessa del villaggio solidale retro della barchessa con pavimento antitraumalavori su casa nuova aurora lavori su casa nuova aurora



CORSO DI FORMAZIONE AL VOLONTARIATO

lunedì 19 marzo - martedì 30 aprile | ore 21:00 | c/o "Il Portico" Onlus | via Brentabassa 49, 30031 Dolo (VE)

programma corso di formazione al volontariato

È partito il corso di formazione al Volontariato a cui partecipiamo in collaborazione con altre realtà della solidarietà della Provincia di Venezia e di Padova. Un percorso che mira a creare consapevolezza sul ruolo del volontariato nella società, presentando la storia di importanti progetti cresciuti grazie alla partecipazione e all'impegno di volontari e portando esempi concreti di cosa si può fare per attivarsi a beneficio della società. Lunedì 16 aprile il Villaggio Solidale presenterà le sue attività e le sue proposte.


ISCRIZIONI AL CORSO DI MUSICOTERAPIA DI MARTA MAROTTA

I sabato mattina | aperte le iscrizioni | c/o "Sale Milleusi" del Villaggio Solidale

Sono aperte le iscrizioni al corso di musicoterapia, particolarmente indicato per anziani con patologie neurologiche.

Per informazioni contattare Marta Marotta al 338-68.23.980 o via mail su martamarotta@hotmail.it


aiutaci